sabato 8 novembre 2008

Prosciutti Marco d'Oggiono, Oggiono (LC)


La Brianza famosa per il salame omonimo, la luganega e il noto prosciutto cotto Granbiscotto, ha anche un crudo che non ha niente da invidiare a quello di Parma. Non sto esagerando!
A Oggiono, nella Brianza lecchese, da più di mezzo secolo la famiglia Spreafico produce il crudo chiamato come il grande allievo di Leonardo, Marco d'Oggiono appunto.
La materia prima selezionata, una lavorazione sapiente e l'uso di sale marino integrale in quantità moderate dà alla fine un risultato davvero sorprendente. Un crudo giustamente sapido e dolce nello stesso tempo. Ah, dimenticavo. Come i grandi prosciutti, anche il Marco d'Oggiono non contiente conservanti al di fuori del già citato sale marino. Bravi, avanti così!

www.marcodoggiono.com

1 commento:

  1. Modestamente mi vanto di averli scoperti e divulgati per primo. Mi fa piacere che apprezzi!

    RispondiElimina